Laboratorio Elettrofisiologia e Aritmologia

Il Laboratorio tratta tutte le patologie che interessano il funzionamento elettrico del cuore, ed è diretto dal Dott.Francesco Borrello
Le procedure interventistiche praticate sono:
 
impianto di pace-maker elettromedicale capace di stimolare elettricamente la contrazione del cuore quando questa non viene assicurata in maniera normale dal tessuto di conduzione cardiaca procurando eccitazione negli atrii o nei ventricoli causandone la contrazione, consentendo al cuore di svolgere il suo normale lavoro di pompa. Gli impulsi vengono applicati tramite un elettrocatetere introdotto attraverso l'arteria succlavia destra o la vena brachiocefalica sinistra e condotto nelle cavità cardiache.
impianto di defibrillatore dispositivo elettrico utilizzato nei pazienti a rischio di morte cardiaca improvvisa. Esso viene impiantato chirurgicamente sottocute nella regione pettorale, preferibilmente a sinistra, posizionando gli elettrodi negli atri e nei ventricoli per via transvenosa.
studio elettrofisiologico SEF è un test di conduzione elettrica del cuore viene eseguito utilizzando dei cateteri situati nel cuore, consente di stimare l'attività della componente del simpatico e del parasimpatico nella modulazione del ritmo cardiaco stesso.
ablazione transcatetere è una procedura invasiva attraverso la quale viene utilizzato un catetere attraverso il quale viene fatta passare una corrente elettrica a radiofrequenza che, riscaldando la punta metallica, provoca la distruzione del tessuto miocardico patogeno responsabile dell'innesco o del mantenimento dell'aritmia, senza danneggiare i tessuti sani circostanti
cardioversione elettrica cardiaca La cardioversione è una procedura che si esegue in presenza di una aritmia, al fine di ripristinare il normale ritmo cardiaco.
loop recorders sono dispositivi dotati di memoria retrospettiva (loop); sono in grado di registrare e cancellare continuamente la traccia elettocardiografica (ECG). Questa caratteristica rende possibile la registrazione dell'ECG anche dopo l'insorgenza del sintomo.
 
l'accesso alle procedure avviene a seguito di ricovero presso il reparto di cardiologia direttamente tramite invio da parte del medico curante dopo essere stata diagnosticata la patologia tramite accertamenti quali la visita cardiologia, l'elettrocardiogramma, l'ecocardio, holter ecg, la prova da sforzo, holter pressorio, il tilt test, l'ecocardio transofageo, che posso essere anche tutti eseguiti presso i nostri ambulatori a servizio del laboratorio tramite prenotazione presso il C.U.P. compresi tutti i controlli post intervento per pace-maker e defibrillatori.
 
guarding2 guarding3 guarding1